Il Cile punta ai catastrophe bond

News by
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Il Cile è l’ultimo paese che, stando a quel che si dice, sta considerando l’emissione di catastrophe bond, che costituiscono una fonte di finanziamento e di risposta all’assicurazione del rischio di disastri naturali, come parte di un programma per rispondere meglio ai disastri naturali e per attuare una gestione del rischio climatico più efficiente.

Durante i meeting annuali del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale a Lima (Peru) all’inizio del mese, Rodrigo Valdes, Ministro delle Finanze cileno, ha rivelato che la nazione sudamericana sta effettivamente considerando i catastrophe bond come fonte potenziale di finanziamento per i disastri e per i rischi posti dalle rigide condizioni climatiche.

Il paese ha preso in considerazione i catastrophe bond prima della crisi finanziaria, ma i tempi non erano ancora maturi e probabilmente nemmeno i costi lo erano.

Il costo del capitale di rischio del catastrophe bond ora è, o è vicino, al suo livello minimo e paesi come il Cile possono scoprire di poter accedere ai mercati finanziari più facilmente di prima.

Leggi tutto su Assinews.it