Assicurazioni sanitarie: interesse di Google, Amazon e Apple

News by
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Google, Amazon e Apple stanno prendendo le misure al settore delle assicurazioni sanitarie statunitense che potrebbe rappresentare un nuovo veicolo di redditività.

Non c’è da stupirsi se i colossi del web hanno fiutato l’affare e deciso di investire nell’assistenza sanitaria: le aspettative di vita continuano a crescere e una popolazione più anziana ha bisogno di maggiori cure.

Secondo l’Oms, nel 2050 ci saranno due miliardi di anziani su una popolazione mondiale di quasi 10 miliardi di persone, con il conseguente aumento delle malattie croniche dovute alla vecchiaia e l’implosione dei sistemi sanitari nazionali, mentre i continui progressi nel campo della salute digitale, tra gadget indossabili, big data e intelligenza artificiale, sono vissuti con un certo nervosismo dagli assicuratori che temono l’arrivo sul mercato di fornitori alternativi, che negli ultimi mesi hanno sempre più assunto le sembianze dei giganti del web.

Lo scenario delle assicurazioni sanitarie sta cambiando velocemente e gli operatori storici si troveranno sempre più spesso a fare i conti con una concorrenza intersettoriale che cercherà di trarre vantaggio dal processo di digitalizzazione della società e dalle conseguenti nuove abitudini dei consumatori.

Leggi tutto su Assinews.it